Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted on Lug 20, 2020 in POSTI & PERSONE, TURISMO E CULTURA

Premiato l’articolo su “le 10 cose da sapere sulla DOP Umbria” scritto a seguito del Viaggio Stampa organizzato in Occasione dell’Anteprima dell’Olio Dop Umbria 2019

Una menzione speciale a un racconto sull’Olio Extra vergine di Oliva Dop Umbria.
La giornalista Daniela Ferrando con il suo articolo Olio Extra Vergine di Oliva. 10 cose da sapere sulla Dop Umbria (https://www.scattidigusto.it/2020/01/18/olio-extravergine-di-oliva-10-cose-da-sapere-sulla-dop-umbria ha ottenuto un importante riconoscimento al concorsoPremio Giornalistico Internazionale Raccontami l’Umbria.
L’articolo è stato scritto dopo il viaggio stampa, in occasione della prima edizione dell’Anteprima dell’Olio Extravergine di Oliva dop Umbria 2019 (https://anteprimaoliodopumbria.it/), tenutasi lo scorso dicembre, al termine della 22° edizione di Frantoi Aperti in Umbria, organizzata dalla Strada dell’olio Dop Umbria con la collaborazione di Promocamera di Perugia, Parco tecnologico dell’Umbria e il supporto delle Organizzazioni di Categoria dell’Umbria (Cia, Coldiretti e Confagricoltura).
L’articolo è uscito sulla testata specializzata scattidigusto.it

Questa menzione speciale a un “Racconto sull’olio e sull’Umbria” testimonia l’importanza della tradizione e della cultura olivicola in Umbria. Perché l’olio Evo è un prodotto che nel corso della storia ha assunto importanti valenze, non solo produttive, ma anche simboliche, sociali, paesaggistiche, ambientali e culturali e turistiche.

La menzione è anche un riconoscimento al lavoro che l’Umbria (dei produttori, delle organizzazioni, delle associazioni) sta svolgendo da anni per accrescere il legame della Regione alla parola Olio Evo, coniungandolo con i concetti di modernità, di qualità e bellezza.
L’olio è un prodotto particolare, che tiene insieme due qualità, quella intrinseca del prodotto e quella del territorio in cui si produce. Questo vale ancora di più per una regione come l’Umbria in cui l’economia della produzione si lega indissolubilmente a quella del turismo e dell’accoglienza. Per questo diventa strategico non soltanto comunicare bene questo connubio virtuoso e spingere le persone ad acquistare l’olio in azienda ma anche rendere costante e continuativo il flusso di informazioni, per contrastare un’altra comunicazione, quella generalista, che spinge l’olio come una commodities da acquistare al supermercato al più basso prezzo.
Come afferma Paolo Morbidoni, presidente della Strada dell’Olio Dop Umbria, “non bisogna soltanto saper produrre un olio di alta qualità, ma fondamentale è anche saperlo comunicare. Per questo l’anno scorso è nata l’idea dell’Anteprima dell’Olio Dop Umbria – unica esperienza del genere in Italia – e con questo spirito intendiamo riproporla negli anni futuri per coinvolgere in maniera attiva il mondo della comunicazione e degli operatori in una campagna virtuosa che dia risalto più al valore di un prodotto come l’olio, che non al prezzo; quest’anno infatti la seconda edizione dell’Anteprima Olio Dop Umbria farà tappa a Todi (Pg), nuova città aderente al circuito della Strada dell’Olio Dop Umbria”.