Pages Menu
RssFacebook
Categories Menu

Posted on Dic 20, 2019 in EVENTI AZIENDALI, POSTI & PERSONE

“Il portale piumbria.com per rafforzare il sistema regionale di conoscenza e innovazione in campo agricolo”

Partenariati transnazionali, cooperazione tra imprese agricole, centri di ricerca e professionisti multidisciplinari. Queste le sfide che attendono gli operatori in vista della nuova PAC 2021 – 2027.

Si è appena concluso il seminario dal titolo “Il portale piumbria.com per rafforzare il sistema regionale di conoscenza e innovazione in campo agricolo” promosso dalla Regione Umbria, in collaborazione con 3A Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria – 3A-PTA e il Dipartimento di Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali di Perugia, che è stato l’occasione per presentare le nuove funzionalità del Portale Regionale dell’Innovazione in Agricoltura www.piumbria.com e presentare i primi risultati dei Gruppi operativi, di Reti e Poli finanziati dal PSR Umbria sottomisura 16.1 e intervento 16.2.1. 

 

Ad aprire questa intensa giornata, tra gli altri, Roberto Morroni, Assessore alle politiche agricole e agroalimentari della Regione Umbria, che durante il suo intervento ha parlato delle future sfide che incalzano il mondo agricolo umbro e non solo “Fare impresa – ha detto Morroni – significa avere margini di redditività, questo non deve essere una frustrazione per gli imprenditori, ma un elemento di grande slancio. In Umbria abbiamo grandi opportunità, che per attuarsi richiedono una predisposizione al cambiamento, un atteggiamento culturale di apertura. Due sono gli aspetti che l’incontro di stamane mette al centro della riflessione, uno è il tema dell’aggregazione. La nostra cultura ha un approccio molto individualistico, ma questo è un nostro limite e ogni sforzo volto alla promozione della cultura del fare insieme, è uno sforzo meritorio, da portare avanti con energia e determinazione. L’altro spunto è accettare il cambiamento ed abbracciarlo. La velocità è la peculiarità di questa nostra epoca. Chi, più velocemente degli altri, riesce ad interpretare i cambiamenti, ad adeguarsi ed implementarli nelle proprie realtà, ha la possibilità di recuperare distanze e fare anche importanti sorpassi”.

 

“Fare rete per innovare in agricoltura” così Massimiliano Brilli, Amministratore Unico del 3A-PTA ha riassunto in una battuta, le tematiche emerse durante la mattinata e che, come detto nei diversi interventi saranno i cardini anche della prossima PAC 2021 – 2027, di cui hanno parlato sia Ciro Becchetti, Direttore Regionale Agricoltura, ambiente, energia, cultura; sia Inge Van Oost, coordinatrice del Partenariato europeo per l’innovazione “Produttività e sostenibilità dell’agricoltura” – EIP-AGRI, che ha dapprima presentato il ricco ventaglio delle proposte europee in tema di innovazione in agricoltura per poi passare ad illustrare le prospettive per l’AKIS (Agricultural Knowledge and Innovation Systems) europeo nella prossima PAC 2021-2027, dicendo che uno degli obiettivi più interessanti che si intendono raggiungere, è la creazione di gruppi operativi transnazionali, con aziende di più paesi europei, l’innovazione è un argomento complesso e non si può prescindere nell’affrontarlo, dal creare partenariati ampi e multidisciplinari.

Dalla discussione è emerso che l’Umbria, nella programmazione PSR 2014 – 2020, in tema di innovazione in agricoltura, sta avendo un ruolo di punta sia a livello nazionale che europeo, non a caso i Gruppi Operativi costituitisi a seguito dei progetti per la misura 16.1, sono quelli che a livello nazionale, hanno visto assegnata una capacità di spesa più elevata rispetto agli altri.

 

Il Portale Regionale dell’Innovazione in Agricoltura www.piumbria.com è una tra le molteplici iniziative sul tema dell’innovazione in agricoltura portate avanti dalla Regione Umbria e dal 3A Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria – 3A-PTA, che hanno permesso a quest’ultimo di diventare, uno dei due, partner italiani (insieme all’Università di Torino) del progetto Horizon 2020 – Eureka; il progetto è coordinato dall’Università di Gent e vede la partecipazione di 21 partner appartenenti a 15 paesi europei. Per tale motivo 3A-PTA può essere considerato uno dei principali punti di riferimento per la conoscenza e l’innovazione in campo agricolo a livello nazionale.

 

Il Portale Regionale dell’Innovazione in Agricoltura www.piumbria.com (PIU – Partenariati per l’Innovazione in Umbria) nato nel 2018 vuole essere il luogo virtuale di incontro di aziende, centri di ricerca e consulenti disposti ad iniziare un progetto in rete. Si tratta di un contenitore in cui sono presenti tutti i risultati dell’innovazione prodotta in Umbria nel settore agricolo ed agroindustriale (AKIS regionale) grazie alla programmazione PSR per l’Umbria 2007 – 2013 e 2014-2020, ma soprattutto è uno strumento, rapido ed efficace per la consultazione e l’inserimento delle innovazioni, che da la possibilità inserire un progetto, un brevetto o una startup nella Vetrina dell’Innovazione; inserire una richiesta di innovazione, ossia una problematica per cui si cerca una soluzione; offrire e proporre la propria innovazione e cercare delle aziende per la creazione di un network all’interno dell’imponente database di cui il portale è fornito.

 

Per informazioni 

Tel. 075 8957201

innovazione1@parco3a.orghttp://www.parco3a.org/